Malesia

Il nostro itinerario di tre settimane in Malesia

14 novembre 2016

La Malesia è stato il nostro primo viaggio in terra asiatica, e si sa, il primo amore non si scorda mai.
Il nostro itinerario di tre settimane è stato così suddiviso: una settimana sulla penisola, una settimana a Sabah nel Borneo e una di relax alle isole Perhentian.

Info pratiche:

  • 2 persone.
  • 21 giorni totali, dal 6 al 27 agosto.
  • 7 voli: Milano Malpensa-(scalo Abu Dhabi)-Kuala Lumpur; Singapore-Kota Kinabalu; Kota Kinabalu-Sandakan; Sandakan-Kuala Lumpur; Kuala Lumpur-Kota Bharu; Kota Bharu-Kuala Lumpur; Kuala Lumpur-(scalo Abu Dhabi)-Milano Malpensa
  • moneta locale ringgit, 1 euro = circa 4,6 ringgit
  • fuso orario: +6 ore in avanti rispetto l’Italia

 

img_9580
Marina Bay, Singapore

Itinerario di viaggio e alloggi:

giorno 1: volo con Etihad da Milano ore 11:55 (scalo ad Abu Dhabi)
giorno 2: arrivo a Kuala Lumpur ore 14 circa e pernottamento.
Alloggio: YY38 hotel (2 notti)
giorno 3: Kuala Lumpur, visita alle Batu Caves.
giorno 4: partenza da KL in autobus arrivo a Malacca in mattinata e pernottamento.
Alloggio: The Jiong Guest House
giorno 5: partenza da Malacca in autobus arrivo a Singapore in tarda mattinata e pernottamento.
Alloggio: Fragrance hotel (2 notti)
giorno 6: Singapore
giorno 7: volo da Singapore per Kota Kinabalu (Borneo Malese) ore 17:40 arrivo ore 20:05 e pernottamento.
Alloggio: Eden 54 (3 notti)
giorno 8: visita riserva marina Tunku Abdul Rahman Park.
giorno 9: escursione Monte Kinabalu.
giorno 10: volo da KK per Sandakan ore 7:05 arrivo ore 7:50, arrivo a Turtle Island con Borneo Adventure e pernottamento.
giorno 11: ritorno da Turtle Island, visita Rainforest Discovery Centre, Sepilok Orang Utan Rehabilitation Centre e pernottamento.
Alloggio: Paganakan Dii
giorno 12: visita Gomantong Caves, escursione in barca sul fiume Kinabatangan, trekking notturno con Sepilok Wildlife Adventure e pernottamento.
Alloggio: Bilit Adventure Lodge.
giorno 13: escursione in barca sul fiume, trekking all’Oxbow lake. Volo da Sandakan per Kuala Lumpur, arrivo ore 21:05 e pernottamento.
Alloggio: Tune Hotels.
giorno 14: volo da KL per Kota Bharu ore 10:20 arrivo ore 11:15 arrivo nel pomeriggio alle isole Perhentian.
Alloggio: Coral View Island Resort (6 notti).
giorno 15-16-17-18-19: Perhentian.
giorno 20: volo da KB ore 21.55 arrivo a Kuala Lumpur ore 22:55 e pernottamento.
Alloggio: Traders Hotel.
giorno 21: Volo da Kuala Lumpur ore 20:35 (con scalo ad Abu Dhabi).
giorno 22: arrivo a Milano Malpensa ore 7:05.

 

img_9586
Sepilok Orang Utan Rehabilitation Centre

Quando andare:
il clima è caldo e umido in ogni mese dell’anno, con temperature che raramente scendono sotto i 20°C. Le piogge tendono a presentarsi sotto forma di brevi ma intensi rovesci torrenziali che sul momento procurano un certo sollievo ma poi creare una cappa di umidità ancora più pesante di prima. Per quanto riguarda le isole, qui vi parlo delle stagione delle piogge.

img_9808
Pulau Perhentian

Dove soggiornare:
di soluzioni ce ne sono tantissime, dai piccoli alberghi alle grandi catene più lussuose. Con un buon spirito di adattamento si può dormire con poco più di 10 € a notte, se invece vi volete regalare una notte a 5 stelle noi abbiamo dormito l’ultima notte a Kuala Lumpur al Traders Hotel in camera deluxe con vista Petronas per 80 €.
Il discorso è diverso a Singapore dove invece la fascia di prezzi è superiore.
Tenete sempre presente che gli standard orientali, soprattutto quelli di igiene e comfort, sono lontani da quelli che intendiamo noi.

img_9583
Rafflesia, Sabah Borneo

img_9589

Cosa mangiare:
la cucina malese orbita essenzialmente intorno a due ingredienti base della maggior parte dei patti, il riso e i noodles. Li troverete conditi e preparati in tutti i modi possibili, dalle verdure alla carne o pesce, dal vapore a fritti. Il modo migliore per assaporare la vera cucina malese è mangiare il cibo di strada, fatevi conquistare dall’Imbi Market a Kuala Lumpur, se non sapete cosa scegliere lasciatevi consigliare dalla gente del posto, ma chiedete di non rendere la pietanza troppo piccante. Se siete forti di stomaco o semplicemente curiosi, non andatevene senza aver assaggiato il frutto più nauseante che mai mangerete, il famoso durian. Pensate che l’odore è così forte che in molti alberghi c’è il cartello che vieta espressamente di entrare con il durian.

Come muoversi:
i mezzi di trasporto pubblici sono super efficienti, noi abbiamo utilizzato l’autobus per la tratta Kuala Lumpur-Malacca-Singapore e ci siamo trovati benissimo. Puntuali ed economici (per l’intera tratta non spenderete più di 10 € a persona).

Per i voli interni ci siamo sempre affidati ad AirAsia compagnia di bandiera asiatica, una sorta di Ryanair orientale ma con aerei moderni e più comodi. Prenotando con anticipo si possono trovare offerte davvero ottime e spostarsi con cifre irrisorie.

All’interno delle grandi città come Kuala Lumpur e Singapore la soluzione più pratica è senz’altro il taxi, a Kuala Lumpur nonostante la presenza del tassametro occorre sempre contrattare la corsa prima di partire.

img_9588
Malacca

Documenti necessari:
come per ogni destinazione oltre al passaporto con validità residua di almeno 6 mesi, non occorre alcun tipo di visto per permanenze inferiori ai tre mesi. Una volta arrivati in aeroporto viene rilasciato un permesso di soggiorno, ovvero un timbro sul passaporto valido 90 giorni dal momento dell’arrivo,  è importante sapere che entrando nel Sabah e nel Sarawak nel Borneo dalla Malesia peninsulare o viceversa il visto si riduce a una durata di 30 giorni.

img_9585
Batu Caves, Kuala Lumpur

Vaccinazioni e salute:
non è necessaria alcuna vaccinazione. In ogni caso è sempre bene rivolgersi al proprio medico qualche mese prima di partire, in particolare se solitamente avete problemi di salute o dovete portare con voi medicinali particolari, saprà consigliarvi sul da farsi.

Inoltre è fondamentale viaggiare sempre e solo con un’assicurazione medica che garantisca assistenza sanitaria con copertura integrale di tutti i costi senza limiti di massimali e pagamento diretto delle spese mediche fino a un tot. Non viaggiate mai senza!

Prevenzione è la parola chiave per evitare sgradevoli problemi di salute in viaggio: noi, come per ogni viaggio, assumiamo un ciclo di fermenti lattici da una settimana prima della partenza e poi durante tutta la permanenza.
Nel kit farmacia da viaggio da portare con voi oltre ai medicinali di prassi come antinfiammatori, antivomito, antidiarroici ecc.. non deve mancare l’alta protezione solare e un buon repellente tropicale da utilizzare costantemente, soprattutto nel Borneo. Inoltre il caldo umido debilita tantissimo, occorre bere molta acqua sempre e solo in bottiglia magari con integratori disciolti, evitando accuratamente bevande con il ghiaccio, il vostro intestino vi ringrazierà.

img_9587
Marina Bay, Singapore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *