West USA

Antelope Canyon: Upper o Lower, quale scegliere?

3 marzo 2017

La domanda è semplice, la risposta anche di più. Entrambi. E vi spiego perchè.
A circa un quarto d’ora di auto da Page, in Arizona, si trova l’Antelope Canyon uno dei canyon più suggestivi e fotografati di tutta l’America.
Si tratta di uno slot canyon di pietra arenaria parecchio stretto dalle forme sinuose lavorate nel tempo da vento e acqua.
La cosa che più colpisce di questo canyon sono i colori: le tonalità cromatiche del rosso sono rese ancora più intense dalla luce che entra solamente dall’alto.

L’Antelope Canyon, che fa parte della riserva Navajo, si divide tra Upper e Lower.
Collocati a pochi minuti l’uno dall’altro, sono visitabili solamente tramite guida autorizzata, questo per il concreto pericolo di flash flood, inondazioni improvvise a seguito di piogge molto abbondanti. Nel 1997 ben 11 persone morirono all’interno del canyon a causa di questo imprevedibile fenomeno. Ecco perché, in caso di maltempo, il tour viene annullato in via precauzionale. Al contrario di come si potrebbe pensare, i mesi più soggetti a questo fenomeno sono proprio quelli estivi, agosto e settembre.
Aperti 7 giorni su 7, gli orari d’ingresso vanno dalle 8 alle 16 circa, ma potrebbero variare a seconda della stagione in cui ci si reca. La luce infatti ha un ruolo fondamentale in questi due canyon, per questo scegliere orari centrali è la soluzione migliore.

Upper
Chiamato dai Navajo il luogo dove l’acqua scorre attraverso le rocce, tra i due è senz’altro il canyon più famoso.
Il canyon è situato in superficie, la sua sezione visitabile è lunga meno di 200 metri ed è di più facile accesso rispetto all’altro. Quando il sole si trova allo zenit, i suoi raggi penetrano nel canyon, creando degli effetti di luce incredibili: i famosi light beams.
Se si vuole godere di questo fenomeno unico, l’orario migliore va dalle 11 alle 13. Ovviamente sono gli ingressi più richiesti per questo occorre prenotare l’ingresso con parecchi mesi d’anticipo.
Essendo collocati nella riserva Navajo, l’annual pass dei parchi non è valido.
Si può scegliere tra due tipi di tour: classico (di circa un’ora/un’ora e mezza) e fotografico (di due ore), il costo è rispettivamente 40$ e 120$ per adulto, ma può variare a seconda del tour operator scelto più 8$ di tassa a persona. Per il tour fotografico occorre avere con sè obbligatoriamente cavalletto e reflex, avrete tutto il tempo per posizionarvi e scattare la foto perfetta. Quale dei due tour scegliere? Considerando che quello fotografico costa tre volte tanto e si deve comunque condividere il canyon con tutti i partecipanti dei tour, a mio avviso non ne vale la pena.

Light beams nell’Upper

Noi avevamo prenotato il tour tramite Navajo Tours, ma non vi è differenza tra un tour guidato e l’altro, avevamo scelto questo semplicemente perchè al momento della prenotazione era l’unico che aveva ancora due posti disponibili per l’orario centrale. Se hanno già terminato l’orario che vi interessa sulla pagina ufficiale trovate altri tour guidati. Al momento della prenotazione on line non bisogna pagare nulla, una volta seguita tutta la procedura riceverete una mail con tutte le indicazioni su dove recarsi e in quali tempistiche.
Per non perdere la prenotazione è necessario presentarsi al front desk collocato nel parcheggio, un’ora e mezza prima rispetto all’orario di ingresso nei mesi che vanno da aprile a settembre e un’ora prima da ottobre a marzo.
Attenzione a non prendere sotto gamba queste indicazioni in quanto sono estremamente rigidi a riguardo: una coppia prima di noi aveva tardato di dieci minuti e il loro posto era stato assegnato ad altre persone.
Una volta pagata la visita bisogna attendere l’orario di prenotazione, con il proprio gruppo composto da 15/20 persone e si viene fatti salire su dei pick up 4×4 che in circa un quarto d’ora conducono a tutta velocità e con non pochi sobbalzi all’ingresso dello slot canyon.

Lower
Detto dai Navajo archi di roccia a spirale, rispetto al suo compagno l’accesso è più impegnativo in quanto prevede di scendere nel canyon tramite scalette di ferro a pioli. Ad ogni modo nulla di improponibile. A noi è piaciuto davvero molto, forse anche di più dell’Upper.
La presenza di turisti è inferiore, inoltre si può rimanere all’interno per più tempo. Questi fattori permettono di godere molto di più la bellezza di questo canyon.
Non occorre prenotare con largo anticipo, noi dopo aver concluso l’Upper ci siamo recati direttamente alla cassa del Lower e aggregati ad un gruppo in partenza, l’ingresso dello slot si raggiunge in pochi minuti a piedi.
Se invece preferite prenotare per tempo anche questo canyon lo potete fare qui. Il costo è di 25$ per adulto più 8$ di tassa a persona.

Info pratiche

  • Riuscirò a fare delle belle foto anche senza essere un fotografo professionista? Assolutamente sì! Le guide sono esperte di scatti perfetti, se lo vorrete vi imposteranno la reflex con i parametri per ottenere il massimo dai vostri scatti.
  • Ricordatevi che in Arizona il fuso orario è di 9 ore indietro rispetto l’Italia.
    Nella riserva Navajo occorre mettere la lancetta dell’orologio avanti di un’ora: se ad esempio a Page sono le 13 nella riserva sono le 14. Accertatevi per tempo con la guida turistica se l’orario di appuntamento fa riferimento all’orario Navajo o dell’Arizona.
  • Occorre prenotare per tempo anche l’alloggio a Page in quanto le strutture sono parecchio costose. Noi, a parità di costo, avevamo optato per un appartamento, molto bello e veramente gigante.
  • Le agenzie dei tour collocate nei parcheggi non sempre accettano le carte di credito, conviene arrivare con i contanti.
  • Nei mesi estivi preparatevi a folle di turisti organizzati in gruppi continui che entrano nei canyon uno dopo l’altro. In autunno e in primavera l’afflusso è senz’altro minore e si può godere dei tour senza la massa di persone che puntualmente vi ritroverete immortalati nei vostri scatti.

 

 

 

    1. I grandi parchi d’America sono uno di quei viaggi da fare prima o poi nella vita. In queste terre la natura ha davvero dato il meglio di sé! Ti auguro di andarci presto, ricambio l’abbraccio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *