Norvegia

Oslo: cosa fare due giorni nella capitale norvegese

18 gennaio 2017

Che vogliate arrivare a Capo Nord per vedere il sole di mezzanotte o spingervi nelle terre della lapponia per ammirare l’aurora boreale, sarete obbligati a far scalo a Oslo. Allora perché non approfittarne?
Situata tra l’Oslofjord e colline ricolme di verde, la capitale della Norvegia vi conquisterà per l’eleganza dal carattere nordico.

Non si tratta della classica metropoli trafficata, infatti grazie all’efficienza dei mezzi pubblici la presenza di auto è molto limitata, facendo sì che sia una città perfetta da scoprire a piedi.
Proprio la sua posizione privilegiata la caratterizza come meta adatta ad ogni tipo di viaggiatore con un mix di divertimento, natura e cultura.
Oslo è sul podio tra le città più care al mondo, ma ci sono diverse attrazioni che possono essere fatte senza spendere nulla (o quasi).

Fortezza medievale di Akershus
Risalente agli inizi del ‘300 e collocata sulla cima della collina Akersneset, approfittate dell’ingresso libero per passeggiare sulle mure medievali del castello, godendovi gli scorci della città da una posizione privilegiata.
Non perdetevi la cerimonia del cambio della guardia che avviene alle 13:30.

Galleria Nazionale
Situata nella zona universitaria, vanta numerose opere d’arte moderna di artisti come Van Gogh, Manet, Monet, Picasso e di grandi pittori norvegesi. Anche se non siete appassionati d’arte non perdete l’occasione di poter ammirare da vicino una delle due versioni del celebre dipinto “L’Urlo” di Edvard Munch.
Il giovedì l’ingresso è gratuito.

Parco Vigeland
Con più di un milione di visitatori l’anno e di 200 sculture umane in bronzo, granito e ferro battuto, questo parco può essere considerato un vero e proprio museo a cielo aperto che custodisce le opere di tutta una vita dello scultore Gustav Vigeland, dono che fece alla città. Figure di uomini, donne, bambini e anziani sparse per tutto il parco raccontano gli stati d’animo dell’uomo, dalla nascita alla morte e culminano nell’inquietante obelisco centrale formato da centinaia di corpi umani ammassati, collocato proprio in cima alla collina di Frogger. L’ingresso è gratuito, si può raggiungere con una lunga passeggiata dal centro oppure con il tram o la metro.

Oslo Opera House
Il Teatro dell’Opera e del Balletto è senz’altro la struttura più suggestiva della città, nonché cuore pulsante di un avviato programma di riqualificazione del lungomare che terminerà nel 2020.
Questo edificio, realizzato in vetro e marmo, si specchia sulle rive del distretto di Bjørvika, si può identificare come il simbolo di Oslo e destinato a diventarlo anche dell’Europa moderna.
Camminate sul tetto per godere da una parte della vista della città e dall’altra del fiordo.

Aker Brygge
E’ il quartiere più moderno e alla moda di Oslo nonché sede della movida della città. Un susseguirsi di locali, hotel di lusso e ristoranti chic che costeggiano il mare. Camminate sui percorsi di assi di legno della Stranden fino ad arrivare a The Astrup Fearley Museet, Museo di Arte Moderna, inaugurato nel 2012. Quest’opera architettonica porta la firma di uno dei più grandi architetti italiani contemporanei, Renzo Piano. Legno, acciaio e vetro si intrecciano formando due grandi vele che sembrano spingere l’edificio in acqua, fondendosi perfettamente con il contesto che lo circonda.

Holmenkollen
Facilmente raggiungibile in circa mezz’ora di metropolitana dalla stazione centrale, la collina è sede dei campionati mondiali di sci e di biathlon e conserva il più antico trampolino per il salto con gli scii.
Perché arrivare fin qui? Dall’alto della Jump Tower il panorama sulla città è mozzafiato, il costo è di circa 15 € gli adulti, gratuito con l’Oslo Pass.

Info utili:

  • Ci sono diverse soluzioni per raggiungere il centro di Oslo dall’aeroporto di Gardermoen che dista 47 km: treni, bus oppure taxi.
    Il treno NSB è il miglior compromesso tra costo (circa 10 €) e tempo impiegato (20 minuti). Vi consiglio di verificare gli orari sul sito ufficiale in quanto al ritorno avendo l’aereo molto presto abbiamo dovuto optare per Flytoget Airport Express Train  spendendo però il doppio.
  • Oslo Pass sì o no? Come ogni city pass per capire se effettivamente conviene acquistarlo o meno, occorre preventivare cosa si vuole vedere e in che tempi. Il pass può essere acquistato per uno, due o tre giorni e comprende l’ingresso alle attrazioni di maggiore interesse di Oslo, i mezzi pubblici, sconti in ristoranti e per diverse attività.
  • Dove dormire: noi abbiamo pernottato al Saga Poshtel Oslo spendendo circa 200 € per 3 notti, camera matrimoniale con bagno in comune pulitissimo e colazione a buffet inclusa. Posizionato a 500 metri dalla via principale dello shopping Karl Johans e a 1 km dalla stazione centrale, dispone inoltre di una cucina in comune, utilissima se si vuole risparmiare sui pasti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *